Strana gente… La gente è strana

“Una risata vi seppellirà” disse qualcuno…
A volte, ridere, degli altri, della realtà, di sé, è un potente strumento di cambiamento ed evoluzione personale e collettiva. Laddove altre possibilità per affrontare lo stress e creare benessere sembrano non essere a disposizione o comunque non efficaci.

Fai un elenco delle persone che per te sono “strane” o si comportano in modo strano o ingiusto o come non dovrebbero…

Invece di arrabbiarti e tentare di cambiarle… Impara a riderci su… È un potente rimedio naturale allo stress.

Anzi, verifica prima alcune possibilità e quali funzionano per ottenere ciò che vuoi, per farti risolvere qualche problema, per abbassare il tuo stress, per migliorare la qualità della tua vita.

Aspetta che le persone strane cambino e capiscano che stanno sbagliando…

Oppure chiedi loro di cambiare perché secondo te stanno sbagliando e non ci si comporta così …

Oppure cerca di imporre loro di cambiare perché non è così che ci si comporta …

Oppure impegnati a cambiare tu qualcosa del tuo modo di pensare e agire con l’idea che questo possa influenzare il loro cambiamento …

Anche se non è facile, quasi mai facile…
Perché dovrebbe esserlo? Inizia a riderci su… Ma veramente… Tanto probabilmente gli altri sistemi non hanno avuto esiti per te soddisfacenti… Imparare a riderci sopra può essere veramente l’essenza della tua capacità evolutiva, della tua capacità di non farti abbattere dalle intemperie, della tua capacità e del tuo potere di scegliere come vivere e come riempire il tuo tempo delle cose e persone veramente preziose per te.

La causa e lo scopo

Quando ti senti imprigionato dagli ALTRI che “causerebbero” i tuoi comportamenti, i tuoi pensieri e le tue emozioni… La tua sofferenza e il tuo stress… Impara ad osservare e riconoscere perché TU fai quello che fai. Quali tuoi bisogni, desideri, scopi e valori “generano” le tue azioni, i tuoi stati d’animo e i pensieri che fai.
Questo è uno dei modi più potenti per ri-acquisire quel senso di controllo sulla tua vita che senti e credi di aver smarrito. O forse mai avuto.
Quando ti senti vittima degli altri, delle circostanze, della sfortuna e di altri agenti esterni a te e che ritieni responsabili o colpevoli della tua esperienza personale, impara a riconoscere il tuo essere AGENTE, più o meno consapevole, DELLA TUA ESPERIENZA (emozioni, pensieri, azioni). E a riconoscere la tua responsabilità ovvero il tuo POTERE di determinare ciò che vivi, ciò che scegli, ciò che appartiene alla tua esperienza.

La causa È lo scopo che hai quando scegli quello che scegli… Lo scopo può essere più o meno chiaro e consapevole comunque c’è sempre qualcosa di interno a te che guida le tue azioni, una motivazione, una direzione. Se scegli di continuare a sguazzare nella lamentela della vittima, stai di fatto scegliendo di continuare ad alimentare il tuo malessere.

Fermi restando alcuni eventi traumatici e condizionamenti palesi rispetto ai quali sei impotente (e sono pochi)… Sei sempre libero di scegliere… L’importante è riconoscere di essere padrone di ciò che ti accade. È importante per prendere finalmente in mano la guida della tua vita…

Giudicare vs responsabilizzare

Un po’ tutti siamo cresciuti a latte e giudizio… Siamo dunque, chi più chi meno, abituati ad apporre etichette sopra i comportamenti altrui e nostri. Siamo giudici degli altri e siamo spesso anche i peggiori giudici di noi stessi. Questo o quel comportamento è riprovevole, malvagio, meschino, cretino, deficiente, saccente, egoista, casinista, immorale, banale, cattivo, passivo, infantile, manipolativo. Chi più ne ha più ne dica… Le vie del giudizio come del senso di colpa e di vergogna sono infinite… Solo che spesso conducono ad esiti sterili dal punto di vista dei problemi da affrontare e dannosi sull’autostima di chi crede in quel giudizio e se ne lascia condizionare fino a provare le più svariate emozioni negative di tristezza, ansia, senso di colpa, vergogna, senso di inadeguatezza, rabbia, dolore, rifiuto, ecc.
Quando credi di aver sbagliato, invece che soffermarti eccessivamente sul giudizio di quel comportamento “sbagliato”… Inizia semplicemente quanto immediatamente ad agire per comprendere e correggere l’errore… Indugiare nel giudicare è solo spreco di energia…
Quando vedi comportamenti sbagliati degli altri (parenti, amici, collaboratori, estranei, ecc.), invece di mettere il dito nella piaga, scegli come agire in modo più utile: aiutare la persona a modificare l’errore, fregartene, accettare ciò che non dipende da te, compreso il fatto che gli altri non stanno al mondo per soddisfare le tue aspettative e per essere come tu le vuoi. Indugiare nel giudicare è solo spreco di energia…
Se, invece, hai proprio bisogno di indugiare nel giudizio, rivolto a te o ad altri, semplicemente ti suggerisco di prendere in considerazione l’idea di farti aiutare… a comprendere questo tuo bisogno…

L’eroe nello stress quotidiano

Quando ti senti CONFUSO e non hai ben presente la situazione in cui ti trovi, non capisci chiaramente cosa stai vivendo e non sai nemmeno bene cosa vorresti…
Quando ti senti INSICURO rispetto a decisioni da prendere, scelte da compiere e comportamenti da adottare…
Quando sei in CONFLITTO tra diverse opzioni, nessuna delle quali per te pienamente soddisfacente, in conflitto con idee altrui e in conflitto tra diverse esigenze dentro di te…
Quando ti senti INCASTRATO e ogni scelta presenta un prezzo troppo alto da pagare…
È il momento di ACCEDERE ALL’EROE dentro di te… Al tuo coraggio di muoverti comunque di fronte alla certezza che perderai qualcosa per strada… Alla tua saggia creatività, consapevole che comunque nessuna soluzione è perfetta…
Per essere un eroe del quotidiano vivere, soprattutto per agire in modo consapevole e responsabile, puoi farti aiutare da alcune “semplici” domande, interrogando testa, cuore e viscere:
COSA SENTO all’interno della situazione che sto vivendo? Quali emozioni provo? Quali sensazioni?
DI COSA HO BISOGNO profondamente e autenticamente? Cosa veramente può fare la differenza per me? Su cosa posso io fare veramente la differenza?
COSA È VERAMENTE IMPORTANTE PER ME, per cosa vale la pena impegnarmi?
QUALI CONSEGUENZE sono disposto ad affrontare rispetto alle scelte che farò?
Quindi prova a darti una SCADENZA per la scelta che devi fare… Per l’azione fondamentale che devi compiere…
Appropriati della RESPONSABILITÀ della SCELTA che stai facendo ATTUALMENTE, ad esempio, evitare certe conseguenze o aspettare che scelgano altri…
… … … … … … … …
Infine, giunta la scadenza, diventa consapevole della nuova scelta o della vecchia scelta che stai continuando a fare… ACCETTANDO fino in fondo le CONSEGUENZE del tuo AGIRE …

L’eroe in viaggio

Il VIAGGIO DELL’EROE è una mappa per il cambiamento.
Ogni CAMBIAMENTO ha bisogno di una spinta.
La SPINTA può arrivare dalla sofferenza o dal desiderio.
La SOFFERENZA esprime il tuo disagio rispetto allo stato attuale delle cose: pensa alle tue frustrazioni e delusioni quotidiane, pensa al lavoro, alle relazioni, alla tua forma fisica, alla tua salute psichica, a come impegni il tuo tempo, a come curi o trascuri te stesso e gli altri, ad ogni obiettivo che tu possa concepire.
Il DESIDERIO esprime la voglia di costruire la vita il più possibile somigliante a come tu la vuoi, piena delle cose, delle attività, delle persone e delle esperienze per te importanti.
Pensa ad uno o più ambiti e ruoli della tua vita e diventa consapevole di COSA STAI SCEGLIENDO, se stai continuando a sopravvivere o se aspiri ad altro…
Ad un certo punto devi scegliere se farti guidare dalla PAURA o dal DESIDERIO, dalla CURIOSITÀ o dall’EVITAMENTO, da ciò che credi IMPOSSIBILE o da ciò che vuoi impegnarti a rendere POSSIBILE, reale e concreto per te.
Raccogli, quindi, forze, RISORSE e tutti gli aiuti per te disponibili e ti incammini… Deciso a LASCIARTI ALLE SPALLE molta parte di quello che sei sempre stato finora, quello che hai sempre fatto, quello che hai sempre ottenuto. Pieno di PAURE e insicurezze, accanto a tanto CORAGGIO e voglia di creare nuove possibilità per te. Disposto ad affrontare mostri e DRAGHI, esterni e interiori, pur di salire ad un livello superiore, pur di trasformarti, prendere una NUOVA FORMA, seguire nuove regole per stare al mondo, per stare con gli altri, per stare con te stesso. Disposto a MORIRE, pur di smettere di sopravvivere, per iniziare a VIVERE. Fino alla ricompensa, fino a rinascere RINNOVATO, fino alla conquista del TESORO per te e per le persone della tua vita…
Come vedi una metafora… Un’ispirazione ideale… Un contenitore che tu devi riempire con il tuo progetto, con i tuoi progetti concreti in una o più aree della tua vita, con le tue riflessioni e con le tue azioni consapevoli e responsabili, con la tua determinazione a prendere in mano la tua vita come non hai ancora fatto… Buon viaggio!

Il viaggio dell’eroe. Prevenire Curare Promuovere Trasformare

Il tuo cambiamento può avvenire in tanti modi.

Puoi PREVENIRE una serie di esperienze negative e dolorose, imparando a gestire le tue reazioni, i tuoi stati d’animo e le tue emozioni in relazione agli accadimenti quotidiani. Su fatti ed eventi spesso non abbiamo più di tanto il potere di incidere, sul modo di viverli e di affrontarli invece sì; possiamo sempre governare i nostri pensieri e le nostre azioni per regolare le nostre emozioni in modo da non uscire con le ossa troppo rotte dai traumi, dagli abusi, dagli stress e dalle frustrazioni su cui non abbiamo controllo.

Puoi CURARE il tuo malessere, puoi sempre iniziare a prenderti cura di te come non hai mai fatto, puoi occuparti dei tuoi dolori, delle tue ferite, dei tuoi bisogni insoddisfatti, del tuo sentirti non amato e non stimato.

Puoi PROMUOVERE comportamenti più sani e responsabili ovvero puoi iniziare ad adottare azioni maggiormente in linea con i tuoi valori e desideri consapevoli.

Puoi TRASFORMARE la tua vita e te stesso. Puoi essere finalmente l’eroe della tua vita, della tua evoluzione, del tuo creare te stesso secondo forme e norme nuove per te, diverse da quelle che ti sono state proposte in origine e che tu hai fatto tue e perpetuate nel tempo…

Il cambiamento può essere più o meno impegnativo. Dipende da tanti fattori. Dalla posta in gioco (bisogni, desideri, obiettivi, valori), dalle tue risorse materiali ed emozionali, dalla tua motivazione a trasformarti. Dalla voglia di metterti in gioco sfidando la paura del drago e la morte. Anche dalla sfortuna, dagli eventi avversi, da impedimenti ed ostacoli esterni di vario tipo. Senza dimenticare le resistenze interne, gli autosabotaggi, la tua preferenza per la zona di comfort.
La questione del cambiamento di fronte alle miserie dello stress quotidiano si presenta, comunque, sempre allo stesso modo: che voglio fare? Come posso farlo? Quale la prima decisione fondamentale? Quale la prima azione necessaria?
Buon viaggio!

DOVE E QUANDO, SE E QUANTO

Oggi un semplice invito all’auto-osservazione, con l’idea, la speranza e la fiducia che, se ti osservi con “attenzione” e “intenzione orientata”, ti comprendi e conosci meglio e puoi agire in modo più consapevole, responsabile ed efficace nella direzione dei tuoi scopi e valori vitali.
Comincia, allora, a notare quando e dove adotti una serie di tuoi COMPORTAMENTI, ad esempio, evitamenti vari, perfezionismo, autosacrificio, rimuginare, autosufficienza compulsiva (fai sempre e tutto da solo e non chiedi aiuto), compiacere, sottomettersi, iperlavoro, seduttività compulsiva (non puoi farne a meno…), l’essere sempre affaccendato, ecc., comportamenti che, per certi versi e fino ad una certa misura, sono vincenti, utili, efficaci, produttivi per i risultati che ti permettono di conseguire.
E nota quale PREZZO paghi per adottarli… Quali “rinunce scegli” pur di funzionare come funzioni… Quali problemi ti creano oltre a crearti successo ed efficacia…
Notato il valore e il costo di questi comportamenti… Senti se e quanto puoi PROVARE ad INIZIARE ad introdurre AGGIUSTAMENTI … Quelli che tu credi e senti in linea con te stesso… Con chi sei… Con i tuoi valori e principi di vita, salute, successo e benessere… Con i tuoi scopi, bisogni e desideri… Con i tuoi progetti…
Prova e come sempre verifica l’effetto… Cosa provi e cosa pensi, in particolare, QUANDO PROVI A NON FARE QUELLO CHE FAI SOLITAMENTE…
Prova… verifica… cogli emozioni e pensieri… apprendi e aggiusta il tiro…