Consulenze e perizie in ambito giuridico, civile e penale

Le consulenze e le perizie in ambito giuridico rappresentano l’attività svolta dallo psicologo nel contesto dei procedimenti giudiziari.

La richiesta allo psicologo può essere fatta dal Giudice (Consulenza Tecnica d’Ufficio) o dalle parti, avvocato e clienti (Consulenza Tecnica di Parte) allo scopo di acquisire valutazioni tecnico-scientifiche di tipo specificamente psicologico.

In campo Civile, la valutazione dello psicologo può avvenire, tra le altre, nelle seguenti aree fondamentali:

  • separazione, divorzio, affidamento dei figli
  • valutazione delle capacità genitoriali in caso di affido, adozione e revoca della responsabilità genitoriale
  • mediazione familiare
  • danno biologico di natura psichica ed esistenziale (danno da lutto, da incidente stradale, da mobbing, da maltrattamento o abuso sessuale, da errore professionale, ecc.)
  • interdizione, inabilitazione, amministratore di sostegno

In campo Penale, la valutazione dello psicologo può avvenire, tra le altre, nelle seguenti aree fondamentali:

  • capacità di intendere e di volere, imputabilità, pericolosità sociale
  • “stalking”
  • maturità o immaturità psichica del minore autore di reato
  • idoneità psichica del minore a rendere testimonianza
  • attendibilità della testimonianza del minore

Anche in sede stragiudiziale cioè prima dell’entrata nel circuito giudiziario allo psicologo può essere fatta una richiesta di consulenza giuridica (valutazione psicologica e di personalità, valutazione del danno da trauma, valutazione di stress legato al lavoro, ecc.) che potrà essere successivamente utilizzata nel procedimento giudiziario.

L’operato dello psicologo in ambito giuridico, civile e penale, sia esso d’ufficio o di parte, pur attraverso metodologie e procedure diversificate, ha lo scopo sostanziale di rispondere ai quesiti posti dal Giudice. Il Giudice ha il potere e la responsabilità della decisione mentre lo psicologo giuridico offre la sua competenza ed esperienza per fornire elementi fondamentali di valutazione psicologica su cui il Magistrato potrà fondare la sua decisione.