11. Estate meravigliosa. Missione possibile

Immagino tu sappia che ti ammali, nel corpo e nell’anima, nelle relazioni e davanti a te stesso, quando ‘pretendi l’impossibile’, da te come dagli altri.
Allora, per la tua estate meravigliosa e per una vita intera sana e gioiosa, oggi ti suggerisco:
SMETTI DI CERCARE L’IMPOSSIBILE.
Per definizione, in qualsiasi ambito della tua vita, è una ricerca destinata al fallimento, generatrice di frustrazioni pesanti e delusioni cocenti di cui semplicemente non hai bisogno.

Il sogno ispiratore certo… L’illusione ingannevole anche no…

Qualsiasi cosa tu intenda per ‘impossibile’, qualsiasi impresa tu stia illusoriamente cercando di perseguire, ti invito a lasciar stare. E a concentrarti sanamente su pensieri e azioni che veramente e concretamente possono alzare l’asticella del tuo benessere…
Quello che è possibile, invece, è leggere ‘Alice nel paese delle miserie’. È il mio libro che puoi ordinare direttamente in libreria oppure on line…

Il valore ispiratore che ti fa agire appassionato ogni giorno certo che sì… L’ideale perfezionistico auto-frustrante direi di no…

Grazie per la tua attenzione e anche per la condivisione che vorrai fare di ‘Alice nel paese delle miserie’…

10. Estate meravigliosa. Smetti di pretendere

Se è vero che la pretesa è il cancro delle relazioni, anche la pretesa verso se stessi, allora…  Oggi ti suggerisco:
SMETTI DI PRETENDERE…
Smetti di pretendere che la realtà sia esattamente come tu la vuoi…
Smetti di pretendere che le altre persone, vicine e lontane, siano esattamente come tu le vuoi…
Smetti di pretendere da te stesso di essere necessariamente in un certo modo…
Inizia ad agire concretamente, tra possibilità e limiti, per avvicinare la realtà ai tuoi desideri… Imparando anche a contemplare una certa quota di frustrazione…
Inizia a chiedere alle altre persone cosa vorresti e come ti piacerebbe si comportassero e predisponiti ad incontrare risposte positive (da apprezzare e di cui godere) e anche reazioni deludenti da accettare e da cui ripartire…
Inizia a pensare ed agire in direzione della persona che vorresti essere, imparando ad accettare i limiti personali e l’imperfezione di questo mondo…
Inizia… Correggi il tiro… E procedi in direzione della vita meravigliosa che desideri…
A proposito, hai iniziato a leggere ed applicare nel quotidiano ‘Alice nel paese delle miserie’? Puoi ordinare il libro direttamente in libreria oppure on line...

9. Estate meravigliosa. Come fa la gente e come puoi fare tu

Per la migliore delle tue stagioni, oggi ti suggerisco:
trasforma il tuo pensiero “MA COME FA LA GENTE A… (pensare quello che pensa… dire quello che dice… comportarsi come si comporta)” nella tua riflessione “COME POSSO FARE IO A… PENSARE IN MODO FRUTTUOSO… COMUNICARE IN MODO EFFICACE… AGIRE IN MODO UTILE... per trasformare le miserie che vivo nelle meraviglie che posso impegnarmi concretamente a creare?”
Pensa ad uno o più ambiti della tua vita in cui vivi relazioni stressanti, frustranti e deludenti, accompagnate da pensieri quali: “ma come fa o ha fatto quella persona ad agire in quel modo? Ma come fa a dire quello che dice? Ma come fa a pensarla in quel modo? Ma come fa la gente a non rendersi conto che…?”. Se guardi con attenzione a queste tue ‘aspettative deluse’, ti accorgerai che pensieri di questo tipo sono sterili nel farti migliorare la relazione, per non dire dannosi visto che finiscono per alimentare la tua delusione triste e arrabbiata … Prova, quindi, a farti guidare, nelle tue azioni, dal pensiero: “COSA POSSO E DEVO FARE IO PER MIGLIORARE QUELLA RELAZIONE?”. Non dico che troverai sempre soluzioni perfette, ma ti garantisco che ti incamminerai in un viaggio più utile in direzione della tua felicità. Come nel viaggio di ‘Alice nel paese delle miserie’, il mio libro che puoi ordinare direttamente in libreria oppure on line.

12. Estate meravigliosa. Tieni la medaglia

L’Italia ha vinto solamente ai rigori!
Ovvero c’è sempre qualcosa che manca…
Allora oggi ti suggerisco:
GUARDA QUELLO CHE C’È!
È ovvio, anche se può apparire paradossale, che tutto poteva essere migliore di quello che è stato… Che tutto è perfettibile… Che ciascuno di noi può concentrarsi sullo ‘scarto’ tra realtà e ideale… E che potremmo morire di sete aspettando il bicchiere completamente pieno…
Diventa a questo o quel punto una questione di scelta consapevole e responsabile…
Vuoi continuare a guardare cosa non è andato come avrebbe dovuto e potuto andare? O vuoi cominciare a goderti il risultato raggiunto?
Vuoi ruminare su quello che non hai o vuoi ringraziare per quello che dà valore alla tua vita?
Vuoi focalizzare l’attenzione su ciò che non sei o vuoi vivere quello che sei?
Vuoi continuare a vivere nell’inconsapevolezza o vuoi finalmente iniziare a leggere e praticare ‘Alice nel paese delle miserie’? Basta ordinarlo in libreria oppure on line.

8. Estate meravigliosa. Le tue miserie e le tue meraviglie

Quando inizi a leggere ‘Alice nel paese delle miserie’ (eventualmente ancora non l’avessi preso, ti ricordo che puoi ordinarlo direttamente in libreria oppure on line), ti rendi conto che quell’Alice sei proprio tu…
Quando ti immergi gradualmente nella lettura, ti rendi conto che quel libro potresti averlo scritto anche tu, proprio tu, una Alice unica ed originale che si confronta quotidianamente con alcune miserie personali, con alcuni modi di pensare e agire, di gestire emozioni e relazioni, di fronteggiare imprevisti e incertezza, rimorsi e rimpianti, piccoli e grandi stress quotidiani.
Alla fine del viaggio di Alice, ti rendi conto che sei sempre tu, ma non sei più la stessa persona. L’esterno è più o meno lo stesso, ma tu hai acquisito molteplici strumenti e possibilità di fronteggiarlo e padroneggiarlo.
Allora oggi ti suggerisco:
NOTA LE TUE MISERIE… Riconosci i tuoi modi di funzionare (pensare, sentire, agire) che ti procurano stress ed emozioni dolorose… Eventualmente fatti accompagnare da una persona cara e fidata che ti può aiutare a riconoscere le varie forme del tuo malessere quotidiano…
Quindi… IDENTIFICA LE TUE MERAVIGLIE… Cosa già stai facendo che funziona e che genera la tua felice serenità… E anche ciò che potresti cominciare a fare (da subito) per continuare a creare la vita che desideri…

6. Estate meravigliosa. Trova la voglia

Conosci la meraviglia? E la meravoglia? È la pura voglia di creare la vita che desideri… anzi no è la pura voglia di non fare niente… e anche la pura voglia di fare tutto… la pura voglia di fare tutto ciò che è necessario e utile per realizzare la meraviglia che vuoi… è la pura voglia di… … … Aspetto i tuoi suggerimenti… 

Quindi per oggi ti suggerisco: TROVA LA VOGLIA … la voglia intesa come desiderio… la voglia intesa come disponibilità all’azione… la voglia come coraggio di agire nonostante la paura di agire… la voglia intesa come passare all’azione concretamente… in qualunque ambito per te importante… in questo momento … per trasformare le miserie in meraviglie.
Altri suggerimenti ovviamente puoi trovarli in ‘Alice nel paese delle miserie’; puoi ordinarlo in libreria oppure on line.

5. Estate meravigliosa. Sposta la vittima

Quanto ancora vuoi affossarti nella tua posizione di vittima? Cos’altro deve succedere affinché tu ti assuma concretamente la responsabilità di agire in prima persona per cambiare ciò che non ti piace nella tua vita?
Ecco il suggerimento di oggi:
INDIVIDUA TUTTE LE VOLTE IN CUI FAI LA VITTIMA O TI SENTI VITTIMA… NON È UNA COLPA… NEMMENO UN ERRORE… È SEMPLICEMENTE QUELLO CHE SEI ABITUATO A FARE…  Fatti aiutare da qualcuno di caro se non ti riesce facile questa consapevolezza del tuo vittimismo sterile e auto-perpetuantesi… Quindi mantenendo una posizione eretta … respira e … … … SPOSTATI DI UN PASSO … e PRENDI DISTANZA fisica da questa tua posizione solita e … Da questa nuova posizione appena abbozzata… COGLI IL TUO BISOGNO e INIZIA AD AGIRE DI CONSEGUENZA…
Per quanto tu non abbia la colpa di una serie di cose che ti sono accadute, certamente hai ora la responsabilità (quindi il potere e la libertà) di fare qualcosa di buono per te con ciò che ti è accaduto!!!
Come sempre… Inizia… correggi il tiro… procedi… sarà una meraviglia … 
Potresti anche iniziare dalla lettura di ‘Alice nel paese delle miserie’. Puoi ordinarlo direttamente in libreria oppure on line.

4. Estate meravigliosa. Dalla lamentela all’obiettivo

Ma tu lo sai o non lo sai che la lamentela è bella quando dura poco? Ecco il suggerimento di oggi… in direzione di una vita meravigliosa:
TRASFORMA LA LAMENTELA IN UN OBIETTIVO… PRIMA DI SUBITO.
Trasforma la lamentela sterile in qualcosa di utile…
Trasforma la lamentela dannosa in qualcosa di efficace…
Trasforma la lamentela nella consapevolezza del bisogno che esprimi attraverso quella lamentela…
Fermati… una… due… tre volte al giorno… ogni volta che ti ritrovi a lamentarti, fermati e chiediti: qual è il mio bisogno? Cosa posso farci di concreto e utile?
… E cerca di attivarti …
Come sempre… Inizia… correggi il tiro… procedi… sarà una meraviglia … 
Altre indicazioni, per cogliere il tuo bisogno e trasformarlo in un progetto concreto, oltre la lamentela con cui resti bloccato, le puoi trovare in ‘Alice nel paese delle miserie’, libro che puoi ordinare direttamente in libreria oppure on line.

1. Estate meravigliosa. Controllo e potere

Estate, vacanze, aria di libertà e leggerezza (speriamo)… e speranza… Ciascuno d noi ha una speranza da nutrire per qualcosa... Che altro ci metteresti tu per descrivere questo periodo per come come lo stai vivendo? Cosa vorresti vivere? Cosa senti? Gioia, vitalità, solarità, entusiasmo,appagamento, nutrimento, freschezza, autostima? Stress, ansia, angoscia, malumore e anche depressione? Come tu m’insegni, la vita può essere piena di miserie e anche meravigliosa. 
Hai letto ‘Alice nel paese delle miserie’? È il mio libro che puoi ordinare in libreria o anche on line.
Se la vita è miserevole o meravigliosa, certamente un po' dipende dalle cose (dall’esterno, dalle circostanze, dai comportamenti degli altri…), molto può dipendere da noi, da te per come puoi trasformare le tue miserie nelle tue meraviglie!!!
Allora cominciamo…
Da oggi in poi e per qualche tempo, su questo blog, ti fornirò brevi spunti di riflessione. Brevi quanto importanti per la cura di te. Importanti, anzi fondamentali se, oltre che riflessioni, diventano pratica quotidiana di azioni concrete e specifiche per prenderti cura di ciò che per te è veramente importante.
Oggi ti suggerisco:
SPOSTA LA TUA ATTENZIONE, LA TUA ENERGIA, IL TUO TEMPO, QUINDI LE TUE AZIONI CONCRETE DA CIÒ CHE NON PUOI CONTROLLARE (e che spesso tenti di controllare seguendo l’illusione malsana di poter controllare ciò che di fatto non è sotto il tuo potere) VERSO CIÒ SU CUI PUOI REALMENTE FARE LA DIFFERENZA, SPOSTARE LE COSE, CAMBIARE GLI ESITI DI UNA SITUAZIONE O I RISULTATI CHE RAGGIUNGI.
Potrebbe aiutarti delimitare le aree sensibili per te in questo momento: lavoro (capo, collaboratori, clienti, fornitori, altre persone che incontri sul lavoro, ecc.), famiglia (coppia, figli, genitori, fratelli, altri familiari), amici, gestione del tempo, benessere fisico, benessere mentale, benessere nelle relazioni in genere, finanze, passioni, viaggi, ecc. Per ciascuna di queste aree o in qualsiasi altra area per te importante in questo momento, l’idea guida è sempre la stessa: PRENDI DECISIONI E COMPI AZIONI DOVE HAI VERAMENTE POTERE…

Anche se non lo sai

Quando sei piccolo, anche se non lo sai, stai tracciando i SENTIERI dove camminerai da adulto.
Quando sei piccolo, anche se non lo sai, stai prendendo DECISIONI che condizioneranno in maniera importante il resto della tua vita.
Quando sei piccolo, anche se non lo sai, stai maturando quella SENSIBILITÀ emotiva che ti caratterizzerà per tutta la vita.
Quando sei piccolo, anche se non lo sai, stai sviluppando CREDENZE e CONVINZIONI che guideranno le tue scelte per lungo tempo.
Quando sei piccolo, anche se non lo sai, impari a credere che tutte le persone VEDONO IL MONDO COME LO VEDI TU.
Tutto questo è molto naturale perché riguarda il modo in cui una persona cresce sulle fondamenta delle proprie disposizioni interne (biologiche e psicologiche) e delle condizioni materiali, affettive e interpersonali che si è ritrovato ad incontrare.
Tutto questo può essere molto bello quando la persona in divenire sviluppa il suo modo di stare al mondo attraverso un repertorio di abilità e strumenti personali che le consentono di fare scelte vitali, in direzione del benessere e della felicità.
Tutto questo può essere molto doloroso quando la persona, il bambino in crescita fino all’adulto, incontra ostacoli, frustrazioni, stress e condizioni varie che impediscono o alterano in modo sostanziale le possibilità vitali di sviluppo sano e conducono ad esiti traumatici sottoforma di disturbi psicologici, interpersonali e della personalità.
Ecco che diventa fondamentale il lavoro sulla memoria, sulla ferita, sul trauma, sugli abusi emotivi (prima che fisici) che hanno danneggiato le potenzialità vitali e le possibilità di uno sviluppo armonico della persona.
La psicoterapia può essere lo strumento per riprendere il filo tra sofferenza qui e ora e dolore lì e allora… Per riprendere un cammino troppo presto interrotto … Verso lo sviluppo del proprio potenziale vitale.