Mentre tu continui a giudicare…

Mentre tu continui la tua guerra a colpi di giudizi su te stesso e sugli altri e su come dovrebbero essere le cose e le persone … La vita ti scivola tra le mani… E il tempo per vivere la tua vita diventa sempre meno…
La terapia basata sull’accettazione e l’impegno (ACT) invita ad “uscire dalla propria mente per entrare nella propria vita” attraverso azioni consapevoli ed impegnate a realizzare i propri valori.
Quel poco altro da aggiungere te lo propongo attraverso un esercizio di “consapevolezza orientata”…
Nota i giudizi che esprimi nell’arco di una tua giornata tipica… Giudizi su te stesso, sul tempo, sugli altri, sul lavoro, sulle cose belle e brutte che ti capitano, su come hai dormito e su cosa hai mangiato a colazione, sulle persone antipatiche e simpatiche che incontri, sulla tua vita, su quanto è bella e su come avrebbe potuto essere, sul vestito che indossi, sull’ultima prestazione lavorativa, sul panino che hai mangiato, sul libro che hai letto, sul fatto che leggi poco, sul fatto che Facebook è veleno, sulle persone stupide e su quanto anche tu, per un motivo o l’altro sei stupido… Potrei continuare all’infinito… Potresti continuare all’infinito… Siamo tutti impegnati, anzi no, meglio dire incastrati (se non lo hai notato “meglio” è l’espressione di un giudizio) su una guerra infinita tra bello e brutto, positivo e negativo, giusto e sbagliato, come sono e come vorrei essere, come sono e come dovrei essere, come sono gli altri e come si permettono… Non finisce mai…
Proviamo allora a mettere un argine…

Ora estrai da questi giudizi i fatti a cui si riferiscono… Ad esempio, descrivi il tuo vestito senza esprimere un giudizio… Così la tua colazione… Così il tuo collega… E la tua collega… Così il tempo… E via così… Impegnati a descrivere i fatti come una cronaca e non come una recensione…

Cronaca e recensione sono entrambi importanti… È importante descrivere per capire, è importante avere un’idea “critica” per avvicinarsi o allontanarsi… Si tratti di scegliere un film o di capire se hai davanti un leone o un cartone… Non giudichiamo dunque il valore dei giudizi… Anzi sì… I giudizi sono importanti e utili… Quando sono utili!!! Quando sono utili?
Ti invito, dunque, a notare, rispetto ai giudizi espressi, quanto ti sono utili e utili a cosa… Ovvero quanto ti avvicinano ai tuoi valori, a cosa è veramente importante per te vivere e realizzare, a cosa rende la tua vita degna e piena di valore…
Il resto è conseguente: fatti aiutare dai tuoi giudizi per impegnarti solamente nelle attività che fanno la differenza nella tua vita…
Invece che lottare una vita per sentirti “a posto” (la chiamano autostima)… Impegnati effettivamente a realizzare nel concreto il posto in cui vorresti vivere la tua vita…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...