Riuscirci e provarci. Due strategie di cambiamento

Due strategie di cambiamento. Entrambi fondamentali rispetto ad obiettivi differenti.

La prima è quella di cominciare a fare qualcosa di nuovo per ottenere qualcosa di differente positivo, migliore. Un cambiamento effettivo. Nel modo di pensare, agire e conseguentemente sentire. In questa strategia è fondamentale RIUSCIRCI, NON BASTA PROVARCI. DEVI PROVARCI FINO A QUANDO RIESCI AD OTTENERE IL RISULTATO DESIDERATO. O comunque ti ci avvicini molto, in modo complessivamente soddisfacente, dopo averci provato con determinazione, costanza, impegno, disciplina, sforzo, fatica, anche flessibilità nello scegliere strumenti e strade diverse… Fino a quando non hai raggiunto la meta. Consapevole che tu puoi agire su quello che dipende da te e puoi in parte, solo in parte, influenzare l’esterno da te, le persone e l’ambiente. Esempi di questa strategia o approccio al cambiamento sono tutti quelli in cui ti poni degli obiettivi, consapevole dei valori da cui discendono, impostati in modo efficace quindi specifici, concreti, misurabili, organizzati nel tempo, motivanti, realistici, ecologici, suddivisi in sotto obiettivi e condivisi con altre persone che ti fanno da testimoni e pungoli del tuo percorso. Esempi: raggiungere un certo peso, migliorare i profitti sul lavoro, ampliare la rete delle conoscenze, pianificare un’impresa, ecc.

La seconda strategia di cambiamento fondamentale potremmo definirla PROVA A FARLO O PROVA A NON FARLO. È una sorta di istruzione o auto-istruzione “provocatoria” attraverso cui “proviamo a sfidare” le nostre modalità disfunzionali di comportamento. L’obiettivo di cambiamento idealmente sarebbe quello di eliminare o ridurre significativamente le proprie modalità negative, ma più realisticamente l’obiettivo fondamentale è provare a cimentarsi in nuove possibilità per vedere l’effetto che fa… ovvero provare a fare quello che non abbiamo mai fatto ma vorremmo fare, provare a fare quello che non sappiamo fare ma sarebbe buono per noi fare, provare ad eliminare un comportamento che sappiamo ci fa male ma che non riusciamo ad abbandonare. Dunque provaci e osserva cosa succede, cosa provi emotivamente, cosa pensi, come reagiscono gli altri, come reagisci tu alle loro reazioni. L’obiettivo fondamentale è comprendere il tuo mondo interiore, come funzioni nelle relazioni, cosa succede nelle situazioni in cui provi esperienze negative. Questo secondo approccio è in qualche modo propedeutico al primo perché ci permette di conoscere meglio noi stessi al fine di impostare successivamente buoni obiettivi di cambiamento in direzione dei nostri scopi e valori. Esempi sono tutti quelli che puoi trovare di fronte a ciò che vorresti fare, ma non riesci a fare oppure ciò che vorresti smettere, ma non riesci a smettere.

Prova a farlo… Prova a non farlo… Prova anche tu…
Identifica qualche comportamento che vorresti smettere, ma che continui ad adottare… Prova a non farlo…
Identifica qualcosa che vorresti fare, ma non riesci… Prova a farlo…

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...