La casa della tua infanzia

Spesso suggerisco ai miei pazienti questo esercizio esplorativo attraverso “l’immaginazione guidata” che solitamente finisce con… Il ritrovamento di un tesoro. È liberamente ispirato ad un esercizio del libro Nati per vincere (James, Jongeward, San Paolo, 2015). Come tutti gli esercizi esplorativi, ha una traccia di partenza, ma poi si costruisce in progress in base alle suggestioni emergenti … Può essere portato avanti nell’immaginazione e può anche essere fatto per iscritto …

In una posizione comoda… preferibilmente ad occhi chiusi … col minimo disturbo possibile… con l’attenzione rivolta al respiro…

Ricorda la casa della tua infanzia… Per quello che puoi ricordare… Per quello che affiora spontaneamente… Può essere una o anche più di una che sono state particolarmente significative per te…

Accedi ad essa attraverso i cinque sensi… Quali immagini emergono… Quali suoni si riaffacciano dalla casa della tua infanzia… E che odori… Che sapori o gusti speciali… Quali altre sensazioni fisiche… Corporee… Viscerali…

Accedi ad essa attraverso le tue emozioni… Per cosa provi nostalgia… Per cosa provi disgusto… Per cosa provi amore… Per cosa provi odio… Cosa suscita la tua rabbia… E cosa fa emergere la tua tristezza se ci ripensi e se la ricordi… C’era qualcosa che ti spaventava? Nota quali altre emozioni provi se ti ritrovi a ricordare la casa della tua infanzia…

Nota quali persone erano presenti allora e/o sono presenti ora alla tua attenzione … E tu che rapporto intrattieni con ciascuna di queste persone …

Osserva i loro visi, i gesti, gli atteggiamenti, i vestiti …

Nota cosa stanno facendo queste persone … E come interagiscono con te …

Che tipo di recita si sta rappresentando … Se è una commedia … o una farsa … o una tragedia … O altro …

Quali parti vengono recitate … Cosa prevede il copione …

Chi sono le “vittime” … I “salvatori” … I “persecutori” … I buoni… I cattivi… Chi comanda e chi ubbidisce… Chi è al centro e chi è più nascosto… Chi ride e chi piange…

Prendi coscienza di quali sono le tue parti nell’intreccio …

Ciascuno di noi ha un vissuto della propria casa dell’infanzia… E per ciascuno di noi ogni persona “dovrebbe” averne uno simile… In realtà non è così…

La casa dell’infanzia ce la portiamo dentro per come l’abbiamo vissuta e oggi come da sempre “preforma” e condiziona tanto del nostro rapporto con le cose e le persone …

Alla luce della consapevolezza maturata attraverso questo accesso alla casa della tua infanzia … Nota quali pensieri, emozioni e bisogni emergono in te … E in che modo puoi farne ispirazione per agire concretamente ora nella tua vita …

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...