18. Trasforma l’angoscia per il passato in responsabilità al presente. Un’azione al giorno per ricominciare alla grande.

Troppo spesso ci imprigioniamo in alibi, scuse, giustificazioni per la nostra difficoltà ad agire, per le nostre paure a cambiare le cose, sentendoci vittime del destino o del passato, incapaci di affrontare la nostra sofferenza e di cambiare la nostra vita insoddisfacente. Un vittimismo sterile in cui deleghiamo all’esterno di noi la responsabilità del nostro dolore e anche del nostro piacere. E colpa di qualcun altro se sto come sto e non posso farci niente proprio perché dipende da qualcosa non in mio controllo, spesso collocato nel passato di una storia di vita segnata dai propri genitori “cattivi”, dalle malattie che mi hanno colpito, dalle sfortune che sono state sempre troppe e tanto pesanti e dagli incidenti, veri, falsi, presunti, comunque utilizzabili come alibi…

Tu sei quello che scegli di fare oggi con il tuo passato” .

Pur riconoscendo i limiti incontrati, sfortune, ingiustizie e condizionamenti, nota ora qual è “il tuo spazio di manovra”, cosa puoi comunque fare per spostare le cose, alcune cose, in una direzione per te adatta, utile, giusta e soddisfacente. Tanto se piangi o bestemmi fai due più due fatiche. “La lamentela è utile se dura poco” …

Individua una situazione che solitamente riempi di scuse e giustificazioni che ti tengono fermo al palo, passivo e impotente… e trova invece “cosa puoi fare” … per cominciare a muovere gli elementi in gioco… si tratti della coppia o della famiglia d’origine, del lavoro o del vicino, si tratti di cambiare pensiero, atteggiamento o comportamento… fai qualcosa di diverso da quello che hai sempre fatto. Meglio se attraverso azioni concrete e specifiche, visibili per te e anche per gli altri. E basta … Senza se e senza ma… Oltre i se e oltre i ma…

Grazie!

2 pensieri riguardo “18. Trasforma l’angoscia per il passato in responsabilità al presente. Un’azione al giorno per ricominciare alla grande.”

  1. Ciao Lino
    Ho letto attentamente il tuo articolo e mi/ti chiedo cosa accade se non sai cosa cominciare a fare… se senti che la vita che fai non ti veste ma non sai cosa vorresti…. quando ti sei fermato tante volte e tante volte hai ricominciato eppure non va, non va proprio, ti sembra di vivere la vita di qualcun altro, che nemmeno tanto ti piace… chissà se ti ho dato lo spunto per un altro articolo… un abbraccio e grazie ti seguo sempre con passione!

    Mi piace

    1. ciao Ilaria, intanto grazie del tuo commento e feedback. Alle domande che ti poni puoi rispondere come sempre a diversi livelli di profondità. piuoi scavare ed esplorare fino a trovare la strada. altre volte invece la strda ti è indicata dall’azione che fai e dall’effetto che produci sugli altri e che vivi tu direttamente. Senza troppe altre riflessioni e prima di ulteriori “attribuzioni di senso”. Grazie. ancora, un abbraccio

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...