Il pacco di biscotti

Una ragazza stava aspettando il suo volo in una sala d’attesa dell’aeroporto. Avrebbe dovuto aspettare molto a lungo e decise di comprare un libro per ammazzare il tempo. Comprò anche un pacco di biscotti.  E si sedette tranquilla.

Accanto a lei c’era la sedia con i biscotti e dall’altro lato un signore che stava leggendo il giornale. Quando lei cominciò a prendere il primo biscotto, anche l’uomo ne prese uno, lei sentì crescere la rabbia,  ma non disse nulla e continuò a leggere il suo libro. Tra sé e sé pensò “… se solo avessi un pò più di coraggio gli avrei già dato un pugno…”.

Così ogni volta che lei prendeva un biscotto, l’uomo accanto a lei, senza fare un minimo cenno ne prendeva uno anche lui. Continuarono fino a che non rimase solo un biscotto e la donna pensò “… adesso voglio proprio vedere cosa mi dice quando saranno finiti tutti!!!” L’uomo prese l’ultimo biscotto e lo divise a metà! “… questo è troppo pensò” e cominciò a sbuffare stizzita, si prese le sue cose, il libro, la sua borsa e si incamminò verso l’uscita della sala d’attesa.

Quando si sentì un po’ meglio e la rabbia era passata, si sedette in una sedia lungo il corridoio per non attirare troppo l’attenzione ed evitare altre tensioni. Chiuse il libro e aprì la borsa per infilarlo dentro quando… nell’aprire la borsa vide che il pacchetto di biscotti era ancora tutto intero nel suo interno. Sentì tanta vergogna e capì solo allora che il pacco di biscotti uguale al suo era di quell’uomo seduto accanto a lei che aveva diviso i suoi biscotti con lei senza irritarsi, al contrario di lei che aveva sbuffato e addirittura si sentiva ferita nell’orgoglio.

La realtà è determinata da cosa noi pensiamo sui fatti che accadono e molto spesso il fraintendimento è dietro l’angolo. Ai nostri pensieri sulla realtà dei fatti sono associate le nostre emozioni e queste determinano il nostro grado di malessere o benessere… Da come ci sentiamo e da come pensiamo si generano le nostre azioni, quello che facciamo… e spesso finiamo per creare danni invece che incontri felici …

Nota quelle occasioni in cui ti sei trovato a farti un film… diverso dalla realtà…

Nota in che modo il tuo film ha condizionato il tuo stato d’animo, il tuo pensiero, il tuo comportamento…

Nota in che modo il tuo film ha generato il tuo malessere invece che il tuo benessere … un incontro mancato invece che un incontro arricchente … 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...