La storia della tua vita

L’individuo racconta in terapia la storia della sua vita, la sua autobiografia, ciò che sa di sé e ha elaborato nel tempo, partendo da accadimenti reali gioiosi e drammatici, entusiasmanti e traumatici, di cui è stato protagonista, da sempre. E racconta questa storia dalla “prospettiva unica da cui ha fatto esperienza“, nella “continuità” di quello che è sempre stato e diventato nel tempo, lungo l’intero arco evolutivo della sua vita. Riconoscendo, tra tanti cambiamenti e trasformazioni, un “se stesso identico” sia quando aveva 7 anni sia quando ne aveva 16 sia oggi da adulto.

Questa conoscenza autobiografica è “quello che la persona ha sempre raccontato di sé”, a se stesso e agli altri, quello che ha imparato a conoscere di sé e che ha anche personalmente costruito, in modo più o meno consapevole e intenzionale, partendo dalle condizioni in cui è cresciuto, dall’ambiente affettivo e materiale in cui si è sviluppato.

In terapia, “leggere e rileggere questa storia” può essere profondamente trasformativo nel momento in cui l’individuo impara anche a “riscriverla” alla luce di una consapevolezza crescente che lo porta ad “accogliere e dare senso” a “quello che è oggi in base a quello che è stato nel tempo”, riconoscendosi come “autore di scelte intelligenti” al servizio della soddisfazione dei propri bisogni fondamentali di crescita (bisogni di protezione e sicurezza, bisogni di amore e stima, bisogni di autorealizzazione e sviluppo della propria unicità spontanea, autentica, inimitabile). Ad esempio, la persona può esplorare e chiarire quali “valori” hanno guidato la sua vita, quali “insegnamenti” genitoriali l’hanno fortemente condizionata, quali “esperienze difficili” l’hanno segnata, quali “delusioni” sentimentali e lavorative l’hanno scossa, quali “successi” e quali “fallimenti” hanno orientato la propria traiettoria di vita.

La persona, inoltre, porta in terapia una “conoscenza di sé assolutamente inconsapevole“, ma che ha, da sempre, un potente impatto sul suo modo di pensare e agire. È quella conoscenza di sé e del mondo, degli altri e della vita, che la persona ha acquisito durante il percorso di crescita e che “da dentro” (inconsapevolmente) guida il modo di dare senso alla vita e alle proprie scelte, alle cose quotidiane e all’incontro con gli altri. Molta di questa conoscenza si esprime in una serie di “filtri” interiori attraverso cui la persona “percepisce e interpreta la realtà, la prevede e agisce in essa“. Questi filtri a volte sono funzionali, al servizio di scelte “sane”, altre volte finiscono per favorire il ripetersi di scenari interpersonali che portano ad esperienze piene di dolore, stress ed emozioni negative. Ad esempio, la tendenza a “sentirsi giudicati” è un “filtro” che può portare la persona, a seconda dei casi, ad evitare incontri con gli altri potenzialmente fonte di benessere oppure a stare continuamente in ansia per capire il “giusto” modo di comportarsi. La tendenza a “non fidarsi degli altri” può portare la persona ad isolarsi oppure a stare continuamente sul piede di guerra “contro” tutto e tutti. La tendenza ad un “severo rigore morale”, con se stessi e con gli altri, rende la persona estremamente suscettibile a giudicare negativamente tutto ciò che non è “perfetto” o assolutamente “ordinato e pulito” e ciò spesso crea un’enorme perdita di spontaneità e leggerezza, con se stessi e con gli altri.

In terapia, la persona impara a “trasformare l’implicito in esplicito”, la conoscenza inconsapevole in “conoscenza chiara e lucida del senso delle proprie scelte“, per imparare a trovare altri sistemi meno dolorosi e più funzionali per raggiungere la soddisfazione dei propri bisogni fondamentali.

One thought on “La storia della tua vita”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...