Esperti della vita

Tutti noi siamo “esperti” della vita che abbiamo fatto. E che continuiamo a fare. Siamo “esperti” nel lavoro che facciamo da anni, siamo esperti nei nostri hobby che pratichiamo da tempo, siamo esperti e conoscitori di luoghi che abbiamo visitato più volte o di attività che da sempre ci vedono protagonisti. Siamo esperti della musica che ci ha fatto crescere, siamo esperti del nostro sport preferito.
L’esperienza è la conoscenza che nasce dalla pratica. È la capacità di muoversi in uno o più contesti di vita riuscendo a padroneggiarli. È la capacità di adattamento alle varie situazioni dove riusciamo ad affrontare ciò che accade.
Anche da un punto di vista psicologico e nelle relazioni interpersonali, siamo esperti di quello che abbiamo praticato fin dalle origini.
Siamo esperti nel pensare positivo o negativo, ottimista o pessimista, prudente o ambizioso…
Siamo esperti nell’esprimere le emozioni o nel reprimerle, nel piangere, nell’urlare o nel trattenere nel corpo ciò che proviamo…
Siamo esperti nel chiedere o nel non farlo mai, nel dire sempre sì o nell’essere completamente ripiegati su noi stessi…
Siamo esperti nei ruoli che da una vita pratichiamo e nelle immagini che di noi siamo soliti offrire: siamo bisognosi o accudenti, dipendenti o autonomi, controllati o impulsivi, iracondi o miti, lamentosi o compulsivamente autosufficienti, tristi o appassionati…
Siamo esperti…
Quello di cui siamo esperti, di fatto, descrive il nostro modo “abituale” di essere, di pensare, di agire. È il nostro modo che ci ha permesso di diventare quello che siamo, nelle nostre qualità e nei nostri difetti, nelle nostre risorse e nei nostri limiti. È la nostra capacità di adattamento che abbiamo sviluppato negli anni e che oggi, più o meno consapevolmente, guida ancora le scelte che facciamo.
La sofferenza di molte persone che arrivano in terapia è legata alla “crisi” del loro modo abituale di essere e di stare al mondo, con se stessi e con gli altri. Eventi recenti che le hanno scosse emotivamente, passaggi significativi del ciclo di vita che richiedono una nuova riorganizzazione personale e relazionale, al lavoro o in famiglia, perdite e distacchi importanti, nuove aspirazioni e desideri emergenti, sono tutti elementi che “stimolano” e “richiedono” un cambiamento.

Oltre ciò che ho sempre fatto.

Oltre le mie abitudini, oltre ciò di cui sono esperto.

Oltre “io sono fatto così”.

In questi momenti, il proprio modo di essere, la propria esperienza di vita non sembrano più sufficienti a garantire un adattamento creativo all’evoluzione in atto. E la sofferenza emotiva sottolinea questo stato di cose.
Attraverso la psicoterapia la persona può fare “chiarezza” sui movimenti in corso. Può comprendere se si tratta di momenti di passaggio rapidi e superficiali o se, invece, la “transizione” necessaria richiede cambiamenti più ampi, profondi e consistenti. In sintesi, la persona viene chiamata dalla vita e/o da se stessa a fare “un passo indietro” rispetto al solito modo di percepire la realtà e agire in essa, a prendere distanza da se stessa, a rendere “flessibile” ciò che nel tempo l’esperienza appresa ha reso un modo “rigido” di affrontare le cose, il mondo, gli altri, se stessi…

One thought on “Esperti della vita”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...