Il Mago

Tornato dal Viaggio, dopo aver liberato la Principessa e conquistato il Tesoro, l’Eroe Sovrano ha bisogno di stabilizzare il nuovo regno; la persona che ha attraversato una crisi e ne è uscita trasformata ha bisogno di consolidare le nuove acquisizioni, le nuove consapevolezze, i nuovi modi di pensare, di agire, di essere. L’Eroe ha bisogno di far tesoro del passato, organizzare il presente e creare il futuro. L’Eroe ha bisogno di un Mago che con i suoi poteri lo aiuti a governare il regno, a governare la nuova realtà che si va delineando.

L’archetipo del Mago interviene a sostegno della persona che si confronta con la responsabilità di creare la vita che desidera e orientata dai suoi valori.

L’archetipo è una dimensione interiore o potenzialità psicologica che può essere più o meno attiva nel governare il proprio comportamento. Ogni archetipo ha aspetti positivi e negativi.  https://wordpress.com/posts/linofusco.wordpress.com?s=viaggio+eroe

Il Mago è il consigliere del Sovrano, lo aiuta a guidare il regno secondo le leggi naturali ed e universali, a fare scelte che tengano conto del benessere dei singoli e della collettività.

Il Sovrano si deve occupare di governare il regno per realizzare prosperità e pace a lungo termine, il Mago lo aiuta attraverso la trasformazione delle coscienze.

Il Mago si appoggia ai desideri, ai valori e alle ambizioni sane del Sovrano, ma, con la sua capacità di visione, intuizione e presagio, sa anche contenerlo e “guarirlo” da derive individualiste e distruttive.

Il Mago utilizza la sua capacità di “vedere oltre” per trasformare la realtà.

Il Mago esprime la nostra capacità di vedere oltre il visibile, di percepire l’essenziale invisibile agli occhi; la nostra capacità di guardare una situazione oltre il modo in cui l’abbiamo sempre percepita, oltre la percezione comune.

Il Mago integra il sacro e il trascendente nella realtà quotidiana.

Il Mago legge la realtà attraverso diversi stati di coscienza e in ciascuno di essi conosce la verità.

Il Mago è il guaritore delle ferite.

Il Mago sa trasformare situazioni limitanti e frustranti in opportunità.

Il Mago è la magia del bambino al servizio dell’adulto che deve governare la realtà.

Il Mago è la nostra capacità di utilizzare il pensiero magico del bambino che siamo stati per stravolgere la realtà, immaginandola oltre ogni ragionevole senso comune e logico, realizzando la nostra visione.

Il Mago sa che l’ordine e la pace all’esterno sono in stretta connessione con l’ordine e la pace interiori. Come quando puliamo la casa o l’auto, riordiniamo la scrivania o l’armadio, snelliamo il PC o lo smartphone… Come quando per ricevere amore dobbiamo per primi donarlo…

Il Mago “crea la realtà” mentre la descrive e la nomina, come quando descriviamo il nostro mondo interno dicendoci “irritati” o “furiosi”, “contenti” o “entusiasti”; come quando dipingiamo i bambini con i nostri aggettivi qualificativi “bello, brutto, stupido, inetto, splendido, incapace”, piuttosto che aiutarli a descrivere l’esperienza che hanno vissuto per appropriarsene, sia essa positiva o negativa. È molto diverso ingabbiare il bambino nel “non ce l’hai fatta” dal chiedergli “come puoi migliorare?”.

Il Mago compie rituali “magici” che hanno lo scopo di plasmare la realtà ai propri desideri. A livello individuale, possono essere rituali privati, atti simbolici, preghiere o pratiche meditative che hanno lo scopo di creare un’alleanza tra volontà consapevole e direzione inconscia per favorire un salto evolutivo del soggetto, in uno o più ambiti di vita. A livello sociale o collettivo, i rituali servono a convogliare le diverse energie dei singoli individui nella richiesta comune ad un’entità superiore, per un’evoluzione di un gruppo o nella ricerca di coesione e comunità di intenti.

Il Mago trasforma il negativo in “evoluto” … come quando l’emozione vissuta è legittima ma deve trovare una sana espressione… come quando l’odio che separa viene riconosciuto e legittimato e può convivere accanto all’amore che unisce… come quando le lacrime del dolore completamente versate possono lasciare il posto alle lacrime della gioia …

Il Mago “connette” e riunisce in sé gli ambiti della guarigione, solitamente scissi: guarisce il corpo, la mente, il cuore, lo spirito… Se è vero che il Mago aiuta il Sovrano a governare il suo regno ovvero ad essere responsabile della propria realtà, della propria vita, è anche vero che il Mago aiuta il Sovrano a prendersi cura dei quattro centri di energia della persona: il corpo, quindi l’assunzione di responsabilità rispetto al proprio stare bene fisico attraverso, per esempio, la cura dell’alimentazione e l’esercizio fisico; il cuore, la sincerità, l’apertura, il calore e l’espressione dei sentimenti nelle relazioni interpersonali; la mente, il rigore e la lucidità di pensiero; lo spirito, tutte le strategie, le tecniche, le modalità attraverso cui siamo in connessione con la nostra Fonte spirituale.

Il Mago sa cogliere “coincidenze significative” che sfuggono agli altri…

Il Mago aiuta il Sovrano ad “integrare gli opposti”, a raggiungere il contatto con le parti di sé più autentiche, anche quelle brutte, sconvenienti e “scorrette”, anche la paura e l’odio; lo aiuta ad integrare dentro sé ogni parte negata e repressa, tutti i mostri interiori, a raggiungere un’armonia interiore che guidi il governo della realtà esteriore.

Il Mago “integra” l’ispirazione, il sogno e la visione che appartengono al cielo e il radicamento terreno nella realtà della vita quotidiana; entrambi sono fondamentali.

Il Mago è la capacità di seguire il proprio intuito anche se ciò può significare restare soli.

Il Mago conosce profondamente la nostra storia e il nostro “destino”, il passato che ci ha plasmato, il presente invisibile, il futuro che stiamo andando a creare.

Il Mago è il guaritore esterno che ha la capacità di attivare il guaritore interno ovvero tutte le qualità di cambiamento e trasformazione che appartengono a ciascuno di noi.

 

Il Mago “malefico” o “incapace”:

  • Usa il suo potere per scopi malvagi
  • Illude, inganna e confonde piuttosto che suggerire utili visioni alternative
  • Manipola al servizio delle forze del “male” piuttosto che guidare verso la realizzazione del “bene”
  • Perde la fiducia e la speranza di poter trasformare la realtà
  • Si sente impotente invece che utilizzare i suoi poteri straordinari
  • Vede limiti dove sono potenzialità
  • Mette ostacoli piuttosto che liberare la strada
  • È arrogante, ego-centrato, megalomane, crede che tutto giri intorno a lui e che solo lui abbia il potere di trasformare il mondo
  • Invece che integrare le parti nascoste di sé, se ne lascia guidare in maniera perversa e egoistica

 

Il Mago “evoluto”:

  • Trasforma il vuoto e la paura in nuove forme di energia e ricchezza
  • Aiuta il Sovrano a creare nuove norme per governare la realtà in evoluzione
  • È al servizio della vita, della natura, dell’universo, del divino, della trasformazione
  • Trasforma i sogni in realtà
  • È consapevole dell’interconnessione tra “tutte le cose” e sa padroneggiare il rapporto tra realtà materiale, psichica e spirituale: “tutte le cose” sono sia fuori che dentro ciascuno di noi
  • Trasforma sé per trasformare il mondo
  • Accede alle profondità più autentiche del proprio Sé, superando i meri bisogni dell’Io in rapporto con la realtà conosciuta, aprendosi ad una dimensione Spirituale che lo trascende
  • Conosce il suo potere, ma ha anche l’umiltà che nasce dalla consapevolezza dei suoi limiti e di essere anche lui interdipendente

Il Mago non crede a Babbo Natale, il Mago è Babbo Natale!!!

Quando, dove, come, in che misura si esprime il Mago nella tua vita?

Si è espresso più nel passato o più nel presente o lo immagini attivo nel futuro?

Si esprime maggiormente in famiglia o sul lavoro? Con gli amici o col partner? Nella realtà o nella fantasia?

Come vedi in azione il Mago nelle persone che conosci?

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...