Il grande saggio dell’attesa

Come puoi superare la paura che ti impedisce di inseguire i tuoi sogni e raggiungere i tuoi obiettivi per una vita che vale?

Dopo aver chiarito COSA vuoi, cosa è veramente importante per te, ammesso che tu lo abbia fatto, devi imparare COME si fa per raggiungerlo. E ogni “come” prevede un agire concreto. Dopo aver raggiunto la consapevolezza dei tuoi valori, bisogni, sogni, desideri, obiettivi, strategie, piani d’azione devi cominciare a mettere in atto AZIONI CONCRETE NELLA DIREZIONE DELLA VITA CHE VUOI. Puoi conoscere tutte le strategie che vuoi e che ritieni utili e opportune, ogni strategia necessita comunque di AZIONI DA COMPIERE. Un piano d’azione senza azione resta un rimpianto. Puoi avere a disposizione tutte le risorse del mondo, LA RISORSA FONDAMENTALE È L’AZIONE. Senza agire non c’è cambiamento. Anche un cambiamento interno o nella consapevolezza di sé ha un suo corrispettivo concreto: la potenziale nuova abilità di agire diversamente in relazione alla trasformazione interiore. Anche quando cambi modo di pensare o di sentire o di vivere certe esperienze, questi cambiamenti ti sono utili per agire diversamente nella tua vita e nelle tue relazioni. Con te stesso. E quando “cambi senza cambiare”, cambi senza azioni nuove, resti quasi sempre nel rimpianto e nel pianto di una situazione insoddisfacente, bloccato dalla paura, fermo a spiattellare, a te stesso prima che agli altri, scuse, alibi, giustificazioni e tanti altri strabilianti motivi per rimandare l’azione, per non fare quello che è necessario fare per arrivare dove vuoi arrivare. E magari ti racconti pure che tutto sommato quello che hai è quello che vuoi. E “aspetti” i sintomi e lo stress che ti bussino alla porta, come il grillo parlante, stavolta portatore della voce dell’inconscio più che della coscienza morale, per dirti: “guarda che nella tua vita c’è qualcosa che non va, qualcosa da cambiare; e non perché te lo ha detto il dottore o la società, non perché devi essere come vogliono gli altri, solo perché devi essere come vuoi tu, nel tuo profondo più autentico, semplicemente perché te lo dicono i tuoi valori di riferimento, i tuoi bisogni e i tuoi sogni, quello in cui credi e quello a cui aspiri e che in questo momento è lontano perché non stai facendo niente di effettivamente efficace per avvicinarti”.

Sì, LA RESPONSABILITÀ È TUA. Che fai di fronte al grillo parlante? Quanto vuoi aspettare ancora che le cose accadano? Quanto vuoi ancora restare fermo ai blocchi di partenza? Quanto vuoi e come puoi trasformare le tue risorse e i tuoi strumenti in cambiamenti concreti? In nuove azioni? In nuovi comportamenti verso nuove abitudini?

CERTO CHE NON È FACILE!!! Certo che rischi di essere scambiato per pazzo o ribelle, non a posto. Certo che c’è un prezzo da pagare, un dolore da vivere, una rinuncia da fare, qualcosa da lasciare o da perdere. Un primo prezzo da pagare, che appare chiaramente un investimento massiccio a lungo termine, è quello dell’impegno e della costanza!!! È più facile accontentarti per una vita? O vincere al superenalotto (ammesso che i soldi siano necessari e sufficienti per raggiungere quello che vuoi veramente)?

Quanto ti sei abituato all’attuale situazione insoddisfacente? Stai vivendo o sopravvivendo? Che prezzo stai pagando? Quanto stai pagando il prezzo della rinuncia alla vita che profondamente vuoi veramente vivere? Cosa ti spingono a fare i tuoi valori più importanti? E i tuoi sogni?

Se continui a fare quello che hai sempre fatto … sei spinto solo dalle tue paure, dai tuoi blocchi, dai tuoi condizionamenti, dalle tue convinzioni limitanti … e otterrai ciò che hai sempre ottenuto.

Cosa stai decidendo veramente?

Dopo aver studiato tutte le enciclopedie del mondo sul nuoto, se vuoi imparare a nuotare… devi buttarti in acqua… prima o poi. E accedere alla tua parte coraggiosa… prima o poi. Ce l’hai come ce l’abbiamo tutti. Ricorda quante volte sei stato coraggioso in vita tua … Sicuramente ci sono stati momenti, più o meno importanti, in cui hai compiuto azioni coraggiose, ti sei sentito coraggioso, gli altri hanno potuto vedere all’opera il tuo coraggio. Se non li ricordi … ricordali. O semplicemente impara a guardare il coraggio “dove c’è” anche se tu “non lo sai ancora scovare”. Quante scelte coraggiose hai fatto nella vita? Magari a cominciare dal bimbo che sei stato, quando per la prima volta ti sei lasciato dalle braccia di un adulto per camminare finalmente da solo … avevi circa un anno e da tempo “ci stavi provando” fino a quando “ci sei riuscito” compiendo un’azione differente dalle precedenti … ti sei lasciato …  ti sei buttato … e in quel momento ti sentivi curioso e desideroso… sufficientemente coraggioso e sicuro che ce l’avresti fatta e … ce l’hai fatta. E poi ci hai preso gusto. Sai camminare oggi? Oh, che strana abitudine hai acquisito?!?!! Devi essere molto coraggioso!!! Quanti passi hai fatto dal quel primo coraggioso passo di un bimbo che stava sperimentando la sua sicurezza e quindi anche la sua paura e che in quel momento “sapeva” che sarebbe potuto accadere qualcosa a cui avrebbe comunque sopravvissuto? CE L’AVREBBE FATTA E CE L’HA FATTA.

Oggi è “praticamente” lo stesso. “In pratica” devi buttarti. Devi buttarti “in pratica”. Sufficientemente sicuro che ce la farai. Che prima o poi ce la farai. E che prima inizi e prima ce la farai. “Sufficientemente” significa che se aspetti di essere “perfettamente” in grado di farcela diventerai molto capace di aspettare, acquisirai quell’abilità all’attesa, quell’abitudine ad aspettare che le cose arrivino più o meno magicamente … A cosa ti servirà questa abitudine? Che risorsa è che puoi utilizzare nella tua vita?

“Hai voglia ad aspettare … ” diceva quello … tu hai voglia di aspettare? Se aspetti la certezza e la sicurezza che “tutto andrà come deve andare” allora vuoi veramente diventare IL GRANDE SAGGIO DELL’ATTESA.

La realtà richiede a ciascuno di noi di fare i conti con una certa dose d’incertezza e insicurezza nelle piccole e grandi scelte della vita. Se vuoi dirigerti veramente verso la vita che intimamente vuoi creare allora devi imparare a convivere con una certa dose d’incertezza fino a quando il tuo cerchio della sicurezza, l’area in cui ti senti sicuro e comodo, sarà sempre più ampio e pieno di azioni, abilità, abitudini buone per te e sempre e per sempre in espansione verso la vita che vuoi.

 Buon primo passo …

One thought on “Il grande saggio dell’attesa”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...